Riqualificazione Ex-asilo Casalduni (BN)

  • Riqualificazione Ex-asilo Casalduni (BN)

Descrizione

L’intervento progettuale ha previsto il recupero e l’adeguamento statico di un fabbricato la cui epoca di costruzione risale ai primi anni del 1900. L’immobile di proprietà comunale (ex asilo) è sito alla via Gianguitto nel comune di Casalduni (BN), è stato completamente demolito, ad eccezione delle murature perimetrali del piano seminterrato, mentre la struttura portante del nuovo complesso edilizio è stata realizzata in cemento armato e legno lamellare e costituita da travi e pilastri poggianti su platea anch’essa in c.a. E’ stato effettuato il rifacimento completo delle finiture interne ed esterne (pavimenti, rivestimenti, intonaci e pitture, impianti) e la ridistribuzione degli ambienti interni dell’edificio.

Titolo del progetto
Lavori di “Riqualificazione con adeguamento statico e funzionale di un immobile (ex-asilo) alla via Gianguitto”
Attività eseguite
Header

Progettazione esecutiva post-gara
Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione

Importo categorie
Header

E. 13 – 920.398,00 €
S.03 – 130.108,00 €
IA.01 – 43.209,00 €
IA.02 – 184.925,00 €
IA.04 – 81.360,00 €

Importo lavori
1.360.000,00 €
Commitente
Società LGP Costruzioni S.R.L.
Località
Comune di Casalduni (BN)
Stato delle opere
Concluse
Periodo esecuzione
10.06.2015 – 21.10.2015
Progettista
Ing. Francesco Colarullo

Sezione Architettonica

Le proposte progettuali relative alle soluzioni architettoniche hanno riguardato:

  1. VANO SCALA E VANO ASCENSORE: è stato realizzato il collegamento verticale dal piano seminterrato al piano sottotetto;
  2. VANO ASCENSORE: è, inoltre, stato realizzato il vano ascensore e l’allungamento dello stesso fino al piano primo e piano sottotetto.
  3. RIMODULAZIONE PIANO SEMINTERRATO
  • realizzazione vespaio areato al piano seminterrato;
  • pavimentazioni;
  • realizzazione delle bocche di lupo
  • realizzazione locali tecnici distinti sia per gli alloggi che per la zona pubblica (sala conferenze e sala esposizione);
  • realizzazione servizi igienici;
  1. RIMODULAZIOE PIANO TERRA E ALLOGGGI PRIVATI: a seguito della realizzazione dell’impianto ascensore, anche al secondo livello della struttura, si è reso necessario ridistribuire i servizi igienici.
  2. COPERTURA CON COPPI ANTICHIZZATI
  3. PAVIMENTI: con l’intento di rendere esteticamente gradevole l’aspetto complessivo dell’edificio comunale, sono stai previsti:
  • Pavimento in lastre di marmo travertino chiaro romano, per la sala conferenza e le sala espositiva;
  • Pavimento in parquet per gli alloggi.
  1. INTONACI E PITTURA A BASE DI CALCE: sono stati utilizzati intonaci e pitture ecologiche composte esclusivamente di ingredienti naturali a base di calce.

Sezione Strutturale

L’intervento di ristrutturazione e di adeguamento statico dell’immobile comunale, attraverso il rifacimento completo delle strutture portanti, ha riguardato:

  • la demolizione completa dell’edificio (solai, murature) lascando intatti i maschi murari di delimitazione perimetrale del piano seminterrato;
  • la realizzazione di una struttura portante in c.a e legno.

La nuova struttura conserva le murature perimetrali e ha una struttura portante immaginata come telaio in cemento armato con travi e pilastri.

Al fine di dimensionare correttamente l’opera si è provveduto ad effettuare un calcolo strutturale completo ed esecutivo.

In particolare il procedimento per la definizione degli spettri di progetto per i vari Stati Limite per cui sono state effettuate le verifiche è stato il seguente:

  • definizione della Vita Nominale e della Classe d’Uso della struttura (Vn = 50 e Classe d’uso III), il cui uso combinato ha portato alla definizione del Periodo di Riferimento dell’azione sismica;
  • Individuazione, tramite latitudine e longitudine, dei parametri sismici di base ag, F0 e T*c per tutti e quattro gli Stati Limite previsti (SLO, SLD, SLV e SLC); l’individuazione è stata effettuata interpolando tra i 4 punti più vicini al punto di riferimento dell’edificio,
  • Determinazione dei coefficienti di amplificazione stratigrafica e topografica;
  • Calcolo del periodo Tc corrispondente all’inizio del tratto a velocità costante dello Spettro.

Sezione Impiantistica

Per quanto riguarda le soluzioni impiantistiche sono stati realizzati:

  • un impianto di riscaldamento con:
  • pavimento radiante anche al piano seminterrato
  • 4 pompe di calore monofase, di tipo centrifugo per interni, per gli alloggi privati, tipo RSC-EF HM 0021 flexflow della RIELLO, con potenza frigorifera pari a 5.4 kw;
  • 2 pompe di calore trifase, di tipo caldo-freddo, per le zone pubbliche, tipo RSC-EF H 0051 flexflow della RIELLO, con potenza frigorifera pari a 12.6 kw.
  • un impianto elettrico in conformità al D.M. 37/2008 (ex Legge n. 46/90) e alle Norme CEI vigenti. Tutte le apparecchiature installate sono dotate di marchio IMQ , CE. La distribuzione interna è del tipo sotto traccia e/o sottopavimento con tubazioni autoestinguenti in PVC e cavi del tipo NO7V-K (non propaganti l’incendio)
  • un impianto idrico-sanitario, con distribuzione all’interno dei singoli locali bagni di tipo sfilabile, con alimentazione a collettori con rubinetti di intercettazione 3/4 x 16, e relativa cassetta in plastica con coperchio, con tubazioni in polietilene reticolato in guaina per distribuzioni d’acqua fredda e calda.

Category: Ristrutturazioni

Share:

0 comments

Write a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre − tre =